BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

SCIOPERO TRENI SOSPESO/ Rinviata l’agitazione del 23 aprile. I sindacati: a causa dello stop del traffico aereo, prioritaria la mobilità dei cittadini

Pubblicazione:lunedì 19 aprile 2010

Treno_PendolariR375.jpg (Foto)

LO SCIOPERO DEI TRENI E DEI MEZZI PUBBLICI SOSPESO - E’ stato sospeso lo sciopero di 24 ore dei treni e dei trasporti pubblici  previsto per venerdì 23 aprile. Lo sciopero avrebbe interessato treni, bus, tram e mezzi pubblici di ogni tipo. Lo hanno reso noto i sindacati FILT CGIL, FIT CISL, UILtrasporti, UGL Trasporti, ORSA Ferrovie, FAISA Cisal e FAST ferrovie, che avevano programmato per il 23 aprile uno sciopero della durata di 24 ore. I lavoratori dei treni e dei mezzi pubblici avrebbero incrociato le braccia alle 21:00 di venerdì 23 aprile fino alle 21:00 di sabato 24 aprile.

 

LEGGI ANCHE LE ALTRE NEWS DI CRONACA DE ILSUSSIDIARIO.NET

 

LO SCIOPERO E’ STATO SOSPESO PER LA NUBE PROVENIENTE DALL'ISLANDA – Lo sciopero dei treni e dei mezzi pubblici è stato sospeso, hanno riferito i sindacati, per la gravi condizioni di emergenza create dal blocco del traffico aereo in seguito all’eruzione islandese. I sindacati, considerata la criticità della situazione generata dallo stop al traffico aereo, hanno ritenuto prioritario garantire la mobilità dei cittadini. «E' prioritario assicurare in questo momento di rara difficoltà dei voli le migliori condizioni per il trasporto terrestre, per questo nonostante la durezza della vertenza per il contratto della mobilità, atteso da oltre 15 mesi da più di 200 mila lavoratori, è parso opportuno mantenere la normale regolarità dei collegamenti in Italia sia su ferro, sia su gomma» hanno riferito i sindacati, in una nota, sindacati spiegando le ragioni della sospensione dello sciopero previsto, inizialmente, per il 23 aprile.

 

Leggi anche: IL TG DEI GIOVANI / Il Corriere: “La rivoluzione di Mtv: al posto dei telegiornali, news gestite direttamente dai ragazzi”



PER CONTINUARE A LEGGERE L’ARTICOLO, CLICCA SUL SIMBOLO >> QUI SOTTO
 


  PAG. SUCC. >