BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

TRAGEDIA A CALA ROSSANO / Due studentesse romane centrate e uccise da un masso sulla spiaggia dell’isola di Ventotene

Pubblicazione:martedì 20 aprile 2010

Il punto in cui è crollato il masso Il punto in cui è crollato il masso

 

Due studentesse di 14 anni uccise dopo essere state centrate da due metri cubi di roccia e tufo caduti da un’altezza di sei metri. Sono morte così, nell’isola di Ventotene, Sara Panuccio e Francesca Colonnello, della scuola “Anna Magnani” di Roma. “E’ stata una maledetta fatalità” raccontano i soccorritori che si trovano sull'isola, aggiungendo che il materiale staccatosi dal costone di roccia è ben poco e sarebbe bastato che le ragazze fossero una decina di metri più in là e non sarebbe accaduto nulla.
La spiaggia di Cala Rossano si trova a pochi passi dal porto dell'isola, una striscia di sabbia scura lunga non più di 400 metri, proprio di fronte all'imboccatura del porto. Le due ragazze, raccontano i soccorritori, si trovavano a una delle due estremità della spiaggia, a pochi passi dal costone roccioso, quando è avvenuta la tragedia. Sulla spiaggia resta ora il masso che le ha travolte e altri pezzi più piccoli di roccia. Accanto un lenzuolo bianco, anche se i corpi di entrambe le studentesse sono stati già portati via.
Una delle due ragazze è morta sul colpo, l’altra è stata rianimata sul posto ma non ce l’ha fatta. Nel crollo sono rimaste feriti anche un ragazzino e una ragazzina. Quest'ultima è ricoverata in codice rosso a Latina. Si chiama Atena Raco, 13 anni. Il ragazzino si trova sempre nell'ospedale del capoluogo pontino per una sospetta frattura alla gamba.
 
 
 

  PAG. SUCC. >