BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Cronaca

TRAGEDIA DI GELA / Ritrovato anche il secondo cadavere dei due bambini fatti annegare dalla madre

E’ stato trovato sulla spiaggia del castello di Falconara a Gela (Caltanisetta) il cadavere di uno dei due bambini fatti annegare dalla madre. Si tratta di Andrea Pio D'Augusta, di due anni, che Vanessa Lo Porto, 31 anni, ieri in un raptus di follia ha ucciso assieme a un altro figlio

Vanessa Lo Porto sul profilo di FacebookVanessa Lo Porto sul profilo di Facebook

E’ stato trovato sulla spiaggia del castello di Falconara a Gela (Caltanisetta) il cadavere di uno dei due bambini fatti annegare dalla madre. Si tratta di Andrea Pio D'Augusta, di due anni, che Vanessa Lo Porto, 31 anni, ieri in un raptus di follia ha ucciso assieme a un altro figlio autistico di nove anni. A individuarlo i carabinieri della compagnia di Gela e del comando provinciale di Caltanissetta. Nella zona erano impegnati nella ricerca anche un motovedetta e un elicottero dell'Arma.
Una vicenda dai contorni ancora poco chiari. “Venite a prendermi, ho ucciso i miei figli”, ha sussurrato Vanessa Lo Porto ai carabinieri chiamati con il cellulare, dopo essere riuscita a tornare a riva. “Non me lo sarei mai aspettato”, ha urlato tra le lacrime il padre dei piccoli, Marco D'Augusta, un operaio di 42 anni, andato via da casa circa sei mesi fa.
Ieri era stato recuperato dalle motovedette della guardia costiera solo un cadavere, quello di Rosario, di nove anni. Il corpo di Andrea Pio, il fratellino di due anni, era invece rimasto in balia delle onde nel mare di fronte alla spiaggia di Torre di Manfria: una località balneaere a circa dieci chilometri da Gela.