BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

VALDOBBIADENE/La città trevigiana già capitale del prosecco, inaugura il ristorante "didattico" vicino alla vecchia Torre

Pubblicazione:

Il prosecco e la cucina trevigiana del ristorante didattico "ALLA TORRE"  Il prosecco e la cucina trevigiana del ristorante didattico "ALLA TORRE"



“Il decadimento  della struttura avvenne dopo un investimento fatto 10 anni fa per rinnovare gli infissi, poi la trasformazione in pizzeria e la chiusura. Ora è diventato un’altra cosa: un’opera che serve per rendere i ragazzi immagine di Valdobbiadene e contemporaneamente per aprirli al mondo, all’estero”, racconta Alvio, genero Gemin, famiglia di produttori di prosecco della tradizione Bortolomiol.

Sua la scelta della cessione dell’edificio che gli apparteneva, e sua la voce che se n’è andata nel parlare con troppo entusiasmo nel raccontare ciò che vede accadere attorno a sé. “Già oggi imparano a portare il prodotto, e da come lo fanno si vede che hanno imparato di più confrontandosi con il vero lavoro che stando in aula. È il contatto umano ciò che devono imparare. Per questo è fondamentale che si abbinino allo studio manifestazioni e contatto con il pubblico: è la politica del direttore.”

Sì, perché senza l’intuizione avuta dal direttore, Alberto Raffaelli, oggi questa realtà non sarebbe nata. “Era l’8 gennaio, ed io avevo avuto una mattinata pessima”, racconta, “Venni a pranzo al ristorante Alla Torre e mi dissero che avrebbero chiuso nel giro di pochi giorni. Telefonai ad Alvio, il proprietario. La sera avevo già in mano le planimetrie della struttura.”

L’inaugurazione del ristorante didattico è il segno che tramite realtà come questa si può far rinascere una tradizione locale che per fatti fortuiti va a morire ed allo stesso tempo progettare il futuro. Fatto questo che, in località come Valdobbiadene, non è da poco. E si ha la sensazione che la scommessa fatta da Raffaelli ed Alvio sia già stata vinta.

(Caterina Gatti)



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.