BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

VIDEOGALLERY MANIFESTAZIONE MILANO/ La linea rossa va in tilt, e i collettivi studenteschi impediscono la circolazione dei mezzi sostitutivi

Pubblicazione:

Manifestazione_MilanoR375.jpg

 I DISAGI PER I PASSEGGERI DELLA LINEA ROSSA DI MILANO - Rabbia, confusione, senso di oppressione, sfinimento. Devono aver provato tutto questo i passeggeri della linea M1 di Milano, la linea rossa, che questa mattina è rimasta bloccata a causi di lavori. E che hanno visto la situazione aggravarsi per una manifestazione studentesca. Ora, finalmente, è ripresa la circolazione sulla linea della metro rossa di Milano. In mattinata si erano generati pesanti disagi per i passeggeri a causa del blocco della circolazione dei treni in seguito ad un guasto. Così infatti, aveva riferito il sito di Atm in un comunicato. «La circolazione sulla M1 - aveva comunicato il sito di Atm - è attualmente interrotta tra Palestro e Lotto (diramazione Rho) e Palestro Gambara (diramazione Bisceglie). In superficie è operativo un collegamento con bus sostitutivi. Nella tratta Cadorna-San Babila il servizio con bus non può essere effettuato a causa di una manifestazione studentesca. I tecnici sono al lavoro per ridurre la tratta interrotta alle stazioni comprese tra Palestro e Pagano. Prossimi aggiornamenti. Ci scusiamo per il disagio».

Leggi anche: MILANO/ Linea metropolitana 1 bloccata, disagi sulla linea rossa

 

LA VERSIONE DEI PASSEGGERI E LA VERSIONE DELL’ATM - Pare ch i disservizi fossero iniziati intorno alla 8.00 – 8.45, anche se – secondo il sito dell’Atm, i disagi sarebbero iniziati molto più tardi,  solamente intorno alle 10.00.

 

LEGGI ANCHE LE ALTRE NEWS DI CRONACA DE ILSUSSIDIARIO.NET

LA MANIFESTAZIONE STUDENTESCA AGGRAVA LA SITUAZIONE - A rendere la situazione insopportabile, non bastava il guasto della linea rossa. Doveva pure intervenire  la manifestazione studentesca in piazza Cairoli, nel contribuire ai disagi. I collettivi studenteschi, infatti, al grido di «Siamo tutti antifascisti» hanno decisamente alimentato il nervosismo generale, paralizzando alcune strade e impedendo la circolazione dei mezzi sostitutivi programmati in seguito al blocco della circolazione dei treni della metro rossa di Milano. Gli studenti, nel corso della manifestazione, chiedevano che i fascisti fossero espulsi dalle scuole. Ieri sera, a Milano, si era tenuta una manifestazione di destra per ricordare la morte di Sergio Ramelli, Carlo Borsani ed Enrico Pedenovi.

 

 

PER CONTINUARE A LEGGERE L’ARTICOLO CON IL VIDEO DI VIMEO CON I DISAGI CREATI DALLA MANIFESTAZIONE STUDENTESCA, CLICCA SUL SIMBOLO >> QUI SOTTO


  PAG. SUCC. >