BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Cronaca

CANNIBALE/ Uccidono la 16enne Karina Barduchian, la cucinano con patate e la servono alla coinquilina

karina-ragazza-cucinataR375.jpg(Foto)

Maxim Golovatskikh e Yury Mozhnov, sotto processo per avere ucciso e cucinato la 16enne Karina Barduchian, si difendono spiegando di avere soltanto scherzato e scambiandosi reciprocamente l’accusa di essere responsabili di quella morte. E’ quanto emerge dagli atti del processo, riportati dal sito Internet russo kr.ru. “Karina mi ha presentato a Yury nell’estate del 2008 – ha rivelato Maxim -. Lei era innamorata di me, ma non c’è mai stato il tempo perché il nostro diventasse un rapporto serio. Il 19 gennaio scorso Yury è venuto a trovare me e Karina. Tutto andava bene e ci salutò strizzandoci l’occhio ridendo. Ma Yury era contro il nostro rapporto, lui voleva che uscissi insieme soltanto a lui e alla sua sua ragazza Natalia”. A quel punto Maxim avrebbe detto a Yury di andare in cucina ad affilare un coltello. Una volta fatto, avrebbe commentato ridendo: “Adesso si può uccidere qualcuno”. Ma Maxim si è difeso dicendo: “Ho preso questo come uno scherzo. Abbiamo riso e chiesto a Karina: ‘Abbiamo il permesso’. E lei ha risposto, sempre ridendo: ‘Sono pronta’”.

 

PER CONTINUARE A LEGGERE L'ARTICOLO, CLICCA SUL SIMBOLO >> QUI SOTTO