BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

VINITALY/ A Verona la 44esima edizione del Salone internazionale del vino e dei distillati. Napolitano: "Create cultura"

Pubblicazione:

vinitaly_R375.jpg

Inaugura la 44^ edizione del Vinitaly - Veronafiere presenta il Salone internazionale del Vino e dei Distillati -  Si conclude oggi il Vinitaly, inaugurato dal Governatore del Veneto Luca Zaia, dal sindaco di Verona Flovio Tosi, da Giovanni Miozzi presidente della Provincia di Verona e da Antonio Leone, presidente vicario della Camera dei Deputati. Centinaia di vini provenienti da tutta la penisola, 4200 espositori da tutta Italia, 92mila metri quadrati di spazio espositivo e 150mila visitatori attesi. Ettore Riello, presidente di Veronafiere nel discorso di apertura ha sottolineato l’evento del vino italiano, rilanciando l’importanza di questo settore dell’economia e dell’agricoltura italiana che, nonostante la crisi, ha dimostrato solide basi. Vinitaly è stato non solo vetrina per quei vini già affermati o nuovi, ma una decisa risposta alla crisi economica che ha colpito molte aziende italiane. Axiter Confcommercio e Unicab nel sondaggio su 360 aziende vinicole, affermano che  nonostante la crisi, il 36% delle aziende ha registrato un aumento del fatturato, mentre un altro 30% ha una crescita stabile. 

 

LEGGI ANCHE LE ALTRE NEWS DI CRONACA DE ILSUSSIDIARIO.NET

 

Luca Zaiai a Vinitaly è soddisfatto per la sospensione degli Ogm - Luca Zaia, nel discorso di apertura al Vinitaly, ha ricordato le qualità positive del vino, ed ha espresso la sua soddisfazione per la firma da parte dei ministri Prestigiacomo e Fazio per la sospensione degli Ogm sul territorio italiano. Zaia ha anche accusato quanti dicono che bere 2 bicchieri di vino a pasto voglia dire essere ubriaconi. Difendere il vino  - ha continuato Zaia - non è solo un valore economico ma anche una difesa dell'identità nazionale». 

 


 

PER CONTINUARE A LEGGERE L'ARTICOLO, CLICCA SUL SIMBOLO >> QUI SOTTO



  PAG. SUCC. >