BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

ROMA/ Una donna muore di parto cesareo dopo aver dato alla luce due gemelli. Indagati i medici

Tiziana Tumminaro è morta per una emorragia interna dopo aver dato alla luce due gemelli con parto cesareo. La donna era stata operata presso la clinica Villa Pia, in via Ramazzini, nel quartiere Monteverde, nel centro di Roma

villa-pia-donna-morta-di-partoR375.jpg (Foto)

UNA DONNA MUORE DI PARTO DOPO AVER DATO ALLA LUCE DUE GEMELLI - Tiziana Tumminaro è morta per una emorragia interna dopo aver dato alla luce due gemelli con parto cesareo. La donna era stata operata presso la clinica Villa Pia, in via Ramazzini, nel quartiere Monteverde, nel centro di Roma. Il parto era andato bene, ma – immediatamente – erano subentrate delle complicazioni. La donna è stata operata nuovamente per l'asportazione dell'utero ed era stata trasportata d’urgenza all'Ospedale San Camillo di Roma, dove ai medici, era stato impossibile tamponare l’emorragia. Dopo ore di agonia, è morta. Tiziana Tumminaro, subito dopo il parto stava bene, ed era riuscita anche a vedere i gemelli dati alla luce.


LEGGI ANCHE LE ALTRE NEWS DI CRONACA DE ILSUSSIDIARIO.NET


IL MARITO DELLA DONNA MORTA DI PARTO VUOLE LA VERITA’ - Il marito di Tiziana Tumminaro, la donna morta di parto in seguito ad una grave emorragia è sconvolto. «I medici si sono dimenticati di suturarle una vena ma il ginecologo mi aveva assicurato che invece stava andando tutto bene» ha detto il marito Mario Rosati. «Non era così: quando sono arrivato in clinica mi è stato detto che mia moglie era stata trasferita al San Camillo per essere sottoposta a una trasfusione di sangue» ha continuato il marito della donna morta di parto. «Allora sono andato in ospedale, ma poco dopo i chirurghi mi hanno annunciato che era morta. Ora voglio la verità».

 

Leggi anche: MILANO/ Due operai protestano sulla gru del palazzo della Regione Lombardia

 

 

INDAGATI I MEDICI CHE L’HANNO OPERATA - Il ministro della salute Fazio ha inviato gli ispettori sia a Villa Pia che all'ospedale San Camillo per «verificare l'appropriatezza delle procedure effettuate e la corretta gestione dell'emergenza». Intanto, il pm Roberto Felici ha indagato i medici e gli assistenti dell'équipe di Villa Pia. Questi hanno operato la donna morta di parto due volte: per parto cesareo e  per l'asportazione dell'utero. Per tutti l'accusa è di omicidio colposo.

 

PER CONTINUARE A LEGGERE L'ARTICOLO, CLICCA SUL SIMBOLO >> QUI SOTTO