BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

YOUTUBE DONNA SACERDOTE/ Video – Maria Vittoria Langhirano diventerà ministro della chiesa vetero-cattolica il 22 maggio

Pubblicazione:

donnasacerdoteR375.jpg

MARIA VITTORIA LONGHITANO SARA’ ORDINATA SACERDOTE - Si chiama Maria Vittoria Longhitano. E il 22 maggio sarà ordinata sacerdote. Ovviamente, non della Chiesa cattolica,. Ma della chiesa vetero-cattolica. Maria Vittoria Longhitano sarà ordinata sacerdote il 22 maggio nella chiesa anglicana di All Saints di Roma, alla 11 di mattina. La donna sacerdote appartiene alla chiesa vetero-cattolica italiana, che si definisce in comunione con la Chiesa Cattolica Apostolica Romana salvo il riconoscimento del’infallibilità papa, della’Immacolata Concezione e di numerosi altri elementi dottrinali. Come, ovviamente, l’ordinazione sacerdotale femminile e il celibato per i preti.

 

CLICCA QUI PER CONTINAURE A LEGGERE L’ARTICOLO SULLA DONNA SACERDOTE DELLA CHIESA VETERO-CATTOLICA ITALIANA

 

Leggi anche: INTERCETTAZIONI / Il Fatto Quotidiano: Silvio Berlusconi al centro dell’inchiesta sulle registrazioni rubate


FIN DA BAMBINA GIOCAVA A DIR MESSA
- Maria Vittoria Longhitano ha 35 anni. Laureata in filosofia e teologia è sposata con Andrea, un ingegnere e lavora come insegnante di sostegno. Maria Vittoria Longhitano, attualmente è diacono della chiesa Vetero Cattolica di Gesù di Nazareth a Milano. «Volevo fare il prete fin da bambina ma non mi permettevano neppure di fare il chierichetto. Ne soffrivo molto. Fin da piccola giocavo a dire messa». Maria Vittoria, dopo un iniziale allontanamento dalla fede cattolica e in seguito ad una fase di ateismo, si è avvicinata alla chiesa vetero-cattolica, la sede principale della quale si trova a Utrecht, in Olanda. Nel 2000 Maria Vittoria ha assunto l’incarico ad assistente pastorale della chiesa Vetero Cattolica di Gesù di Nazareth a Milano, per poi esser nominata diacono lo scorso novembre. «Non ci distinguiamo dalla chiesa di Roma solo per il fatto che abbiamo ministri donne, ma anche per altre questioni: per esempio non riconosciamo l'infallibilità di nessuno che non sia Dio, quindi né quella del pontefice, né quella del nostro primate» ha spiegato Maria Vittoria.

 

LEGGI ANCHE LE ALTRE NEWS DI CRONACA DE ILSUSSIDIARIO.NET

 

PER CONTINUARE A LEGGERE L’ARTICOLO SULLA DONNA SACERDOTE DELLA CHIESA VETERO-CATTOLICA ITALIANA CLICCA SUL SIMBOLO >> QUI SOTTO

 


  PAG. SUCC. >