BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Cronaca

INFERMIERI KILLER/ I delitti di Roma e gli "Angeli della morte" che si aggirano negli ospedali del mondo

stetoscopio_infermiere_R375.gif(Foto)

 

– Il medico cardiologo di Michael Jacson, Conrad Murray, è stato indagato con l’accusa di omicidio colposo, per aver iniettato il tranquillante Propofol alla popstar poco prima che morisse. Le sostanze antidolorifiche secondo gli inquirenti avrebbero causato l’arresto cardiaco del cantante. Secondo un documento presentato lo scorso aprile dal padre del cantante contro il medico, i servizi di emergenza sarebbero quasi riusciti a salvare la vita del figlio. Sul quotidiano News of the World è stato anche pubblicato un documento in cui si assicura che all'1,21 di notte dello scorso 25 giugno le infermiere e i medici avrebbero rilevato un battito cardiaco debole e che dunque si tratterebbe dell'ultimo sforzo fatto dal cantante per vivere. Per dieci minuti il cuore del cantante, infatti, avrebbe continuato a battere anche se in maniera così debole che alla fine si è fermato per sempre.

 

UN “CASO” SANGUINETI? – E ancora dalla cronaca recente, in Italia, il sostituto procuratore Patrizia Petruzziello ha aperto un fascicolo per omicidio colposo a carico di ignoti sulla morte del poeta genovese Edoardo Sanguineti, deceduto a 79 anni. Sanguineti è infatti morto subito dopo un intervento per aneurisma, mentre ancora si trovava nella sala operatoria. Il pm ha fatto sequestrare le cartelle cliniche dell’ospedale Villa Scassi di Sampierdarena, dove il poeta era stato operato. Il magistrato si è riservato di decidere se incaricare o meno il medico legale per l’autopsia.

 

 

Leggi anche: DROGA/ Come si sconfiggono i "venditori di morte"?

 

Leggi anche: SERIAL KILLER/ Roma, uccide 10 anziani ma sembrano morti naturali. Gli investigatori lo braccano

 

Leggi anche: EUTANASIA/ Lo fai per compassione? La Gran Bretagna ti dà la licenza di uccidere

 

Leggi anche: SERIAL KILLER/ La polizia di Los Angeles pubblica 130 foto di ragazze scattate da Rodney Alcala. Potrebbero essere tutte sue vittime

(Pietro Vernizzi)

© Riproduzione Riservata.