BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

BAGNASCO/ Aperti i lavori dell’Assemblea Generale della Cei: La Chiesa non porta avanti se stessa, ma serve l’uomo con la simpatia di Dio

Pubblicazione:lunedì 24 maggio 2010

bagnasco_R375.jpg (Foto)



BAGNASCO ASSEMBLEA GENERALE CEI
– La prolusione si è conclusa toccando il tema della crisi economica: Il lavoro “spesso oggi latita”, la denuncia del cardinale, “creando situazioni di disagio pesante nell’ambito delle famiglie giovani e meno giovani, in ogni regione d’Italia, e con indici decisamente allarmanti nel Meridione”. Per questo i vescovi chiedono “un supplemento di sforzo e di cura all’intera classe dirigente del Paese: politici, imprenditori, banchieri e sindacalisti”. La Chiesa, da parte sua, “fa tutto ciò che può inventando anche canali nuovi di aiuto, ma è ovviamente troppo poco rispetto ai bisogni”.

“L’uscita dalla crisi non significherà nuova occupazione”, il grido d’allarme dei vescovi: di qui l’appello a “procedere, senza ulteriori indugi, a riforme che producano crescita”, per “potenziare le piccole e medie industrie, metterle in rete, qualificare il settore della ricerca e quello turistico, potenziare l’agricoltura e l’artigianato, facilitare il mondo cooperativistico”.



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.  

COMMENTI
25/05/2010 - SIAMO TROPPI (alessio di benedetto)

Se soltanto negli ultimi duecento anni non avessimo seguito una pur minima pianificazione familiare ed un controllo delle nascite, oggi saremmo sul pianeta ben 100 miliardi di persone ed ogni centimetro quadro del mondo sarebbe abitato, compresi i poli e le montagne più alte, un’unica gigantesca città ! E tutti staremmo ad invocare come extrema ratio (visto che il loro dio non ci ascolta mai) la venuta degli extraterrestri che, sbarcando sulla Terra, esclamerebbero: Gesù Cristo? Mai conosciuto! E suo padre? Neppure la benché minima traccia. Dello Spirito Santo non ne parliamo neppure! http://alessiodibenedetto.blogspot.com