BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

DIRIGENTI PUBBLICI/ Guadagna 128 mila euro l’anno ma è stanco di fare la “cassa” del Paese. Pronto a fare ricorso contro i tagli del governo

consiglio%20comunale_R375.jpg (Foto)


- Savarino insiste sul fatto che contribuire va bene, ma devono partecipare tutti e come presidente dell’Associazione dei giovani dirigenti pubblici e assieme alla Scuola superiore della pubblica amministrazione sta preparando un dossier. Dati sui tagli, proposte alternative: “Siamo stanchi di fare la Cassa di ogni governo”.

© Riproduzione Riservata.

COMMENTI
25/05/2010 - Il dott. Savarino, paladino dell’ “eticità sociale (Giuseppe Crippa)

Non discuto la qualità del lavoro del dottor Savarino né l’entità della sua retribuzione. Dico solo che la mia azienda l’anno scorso ha licenziato 200 persone. Quando lo Stato, che è in difficoltà finanziarie, comincerà a licenziare e non prima mi confronterò con questo signore, e magari mi offrirò di fare il suo lavoro per uno stipendio della metà, sperando che il comune di Anzio, allettato dal risparmio, lo licenzi e mi assuma al suo posto. In ogni caso comincerò a considerare l’Italia come un Paese equo solo quando vedrò un ugual numero di dipendenti statali licenziarsi per passare nel privato e viceversa. Solo allora constaterò che le condizioni di lavoro saranno le stesse per i due settori (pubblico e privato) e mi opporrò a riduzioni di stipendio per gli statali.