BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

MASSACRO/ Strappa il cuore dell'amico mentre è ancora vivo: dovevo mettere a tacere il diavolo

Pubblicazione:lunedì 31 maggio 2010

Coltello_SangueR375.jpg (Foto)



A un certo punto nel corso della serata gli amici decidono di preparare un té a base di funghi allucinogeni. Una volta consumata la bevanda, Davis si accorge che Jarrod Wyatt sta reagendo in modo inquietante alle droghe ingerite. Parla di una gigantesca onda che sta per abbattersi e spazzare la California. Decide di allontanarsi dall’abitazione, spaventato. Torna più tardi, nelle prime ore del mattino, per riprendersi il cane che aveva lasciato nell’appartamento. Entrato, sente che qualcuno sta litigando, sente urla che dicono “ti devo staccare quel tatuaggio”. Fugge di nuovo e chiama la polizia. Interrogato dalla polizia immediatamente dopo l’arresto, Wyatt dirà che i due avevano avuto un alterco e che Powell lo aveva colpito alla testa.

 

Poi dirà di essersi convinto che il diavolo fosse entrato nel corpo dell’amico e che doveva ucciderlo per poter fermare il demonio prima che si impadronisse anche di lui. Dopo avergli strappato il cuore e altri organi, come un occhio e la lingua, e averli bruciati sul fuoco della cucina perché convinto che il diavolo fosse nella carne dell’amico, Wyatt lo lascia morire dissanguato. Anche la ragazza racconta che Powell e Wyatt avevano cominciato a litigare e a picchiarsi. I suoi ricordi sono confusi, ma dice di essersi nascosta nella camera da letto e quindi aver visto Powell entrare e aver avuto paura Probabilmente è allora che Wyatt decide di uccidere il suo amico.

 

CLICCA SUL PULSANTE QUI SOTTO PER CONTINUARE A LEGGERE L'ARTICOLO

 


< PAG. PREC.   PAG. SUCC. >