BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Cronaca

MASSACRO/ Strappa il cuore dell'amico mentre è ancora vivo: dovevo mettere a tacere il diavolo

Massacro in stile film horror in California. Dopo aver ingerito funghi allucinogeni strappa il cuore di un amico mentre questi è ancora vivo

Coltello_SangueR375.jpg(Foto)

“L’ho ucciso io”. Sono le parole di Jarrod Wyatt, 26 anni, quando il procuratore generale Mike Riese lo trova nei pressi del corpo senza vita di Taylor Powell, 21 anni. La notizia riportata dal quotidiano online californiano "Contra Costa Times" parla di una scena degna di un film horror, come lo stesso funzionario racconterà. Sangue ovunque, nell’ingresso e sui muri. Dal salotto si sente una voce che borbotta e si vede un piede spuntare dal divano. Dentro, un ragazzo in evidente stato di confusione, seminudo e con il corpo ricoperto di sangue. Sul divano un cadavere fatto a pezzi. E’ quello di Taylor Powell. Sul petto di Powell c’è una profonda incisione: gli è stato strappato il cuore. Dagli esami medici si verrà a sapere che era ancora vivo quando il suo cuore gli veniva estratto con un coltello. Parte del viso rimossa allo stesso modo, compreso un bulbo oculare.








 

Nella stanza accanto viene trovata con le mani legate l’ex fidanzata di Wyatt. L’uomo, in evidente stato di confusione, chiede al procuratore se sia Dio, venuto a salvarlo. L’incredibile episodio è successo lo scorso 21 marzo a Klamath, negli Stati Uniti. Wyatt e Powell sono due combattenti di “cage fighting”, uno sport in cui si combatte una sorta di pugilato a mani nude e in cui si  usano anche le gambe, ispirato alle arti marziali giapponesi. La sera del 21 marzo i due si trovano assieme a un altro amico, Justin Davis, e all’ex fidanzata di Wyatt, Billy Jo-Bailey. Dopo aver trascorso qualche tempo al bar si recano nell'abitazione di Wyatt.