BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

FIUMICINO/ Trasportava 30 chili di cocaina sciolta negli indumenti. Le Fiamme gialle lo arrestano grazie ai cani antidroga

Pubblicazione:

cocainaR375_17set08.jpg

30 CHILI DI COCAINA SCIOLTA NEGLI INDUMENTI - Sono stati sequestrati 30 chili di cocaina all’aeroporto internazionale Leonardo da Vinci di Roma. I finanzieri hanno trovato i 30 chili di cocaina sciolta in abiti, jeans, magliette e nella biancheria intima del corriere. I 30 chili di cocaina sequestrati ammontano a circa 2 milioni di euro. Lo spacciatore, uno spagnolo di 50 anni, trasportava la cocaina sciolta dai narcos negli indumenti, mediante un processo chimico, in quattro valigie. I narcos hanno adottato questo stratagemma per trasportare la droga dal Sudamerica all’Europa.


Leggi anche: CATANZARO/ Preso da un raptus, un giovane uccide la madre con un forchettone da cucina. Poco prima aveva preso a testate un coetaneo


I CANI ANTIDROGA FIUTANO I 30 CHILI DI COCAINA SCIOLTA NEGLI INDUMENTI - Sono stati i cani antidroga in servizio a Fiumicino a scovare, grazie al loro fiuto, la droga sciolta negli indumenti trasportati nelle valige. I militari della Guardia di Finanza, hanno perquisito le valige nel corriere, arrestato in seguito per traffico internazionale di stupefacenti e condotto nel carcere di Civitavecchia a disposizione dell’autorità giudiziaria. Quando hanno chiesto spiegazioni circa il fatto che gli indumenti fossero umidi, ha risposto, inizialmente, che erano stati risposti nelle valige in quello stato perché poco prima di fare le valige era stati sorpreso da un violento temporale.

 

LEGGI ANCHE LE ALTRE NEWS DI CRONACA DE ILSUSSIDIARIO.NET


PER CONTINUARE A LEGGERE L’ARTICOLO, CLICCA SUL SIMBOLO >> QUI SOTTO



  PAG. SUCC. >