BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

NAPOLI/ Ragazzino di 10 anni spappola la milza alla maestra con un calcio

Pubblicazione:venerdì 7 maggio 2010

scuolaconfusaR375_12nov09.jpg (Foto)


COLPISCE LA MAESTRA E LE SPAPPOLA LA MILZA - Ha colpito la maestra con un calcio e le ha spappolato la milza. E’ accaduto in una scuola elementare di Barra, nella periferia est di Napoli. Lo studente, un ragazzino di 10 anni, stava litigando con un coetaneo. Credendo che stesse insultando sua sorella, gli ha tirato un portapenne. La maestra, Maria Marcello, di 48 anni, di Pompei, alla quale è stata spappolata la milza, è intervenuta, tenendolo per un braccio. Voleva evitare che la rissa degenerasse. E’ stato allora che il ragazzino ha iniziato a scalciare. A un certo punto, uno dei calci ha colpito al maestra, all’altezza della milza, spapponadogliela. Maria Marcello, immediatamente, ha avvertito un dolore lancinante. E’ stata trasportata all’ospedale Villa Betania dove, in un intervento chirurgico di tre ore, gli è stata asportata la milza spappolata.


LEGGI ANCHE LE ALTRE NEWS DI CRONACA DE ILSUSSIDIARIO.NET


I GENITORI SONO PREOCCUPATI - La preside dell’istituto, Rosa Seccia, si è detta sconcertata. «Ad oggi non abbiamo avuto alcun tipo di segnalazione nei confronti dello studente. Spero che rientri già domani a scuola, perché ora più che mai è importante il suo recupero», ha spiegato. La preside ha definito Barra una «zona molto difficile», in cui ogni giorno nascono problemi diversi. Ma «siamo consapevoli del nostro compito complesso», ha aggiunto. «Siamo pronti a seguire tutto questo». Intanto, la preoccupazione dilaga tra i genitori, consapevoli che quello che è accaduto alla maestra, potrebbe capitare, in futuro, ad uno dei loro figli, con conseguenze ancora peggiori.


Leggi anche: SINDACATO/ Licenziata per assenza ingiustificata, ma era in malattia. Sarà reintegrata, licenziato invece il dirigente

 

PER CONTINUARE A LEGGERE L’ARTICOLO, CLICCA SUL SIMBOLO >> QUI SOTTO


  PAG. SUCC. >

COMMENTI
07/05/2010 - genitori preoccupati? (massari annalisa)

Lo credo! Spero che alla maestra venga attribuita almeno la medaglia al valore civile. Con i ragazzi grandi,in certe scuole, ci si trova agli stessi rischi: sarebbe bene che questo si sapesse e si valorizzasse. Noi ce ne stiamo silenti a subire angherie (talvolta documentate su youtube)e ci ridono dietro ragazzi e familiari. Ricordate l'anno scorso l'episodio di quella maestra presa ad ombrellate da una nonna e una mamma inferocite all'uscite dalla scuola? Credetemi, cose così succedono tutti i giorni, specie in particolari zone periferiche e in determinati ordini di scuole (i più diffusi).