BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

SCIOPERO TG1/ 70 giornalisti annunciano scioperi contro i tagli alle edizioni del tg

 Il tg1 è pronto a scioperare contro i tagli annunciati dai vertici rai. Il cdr del tg1 intende indire 3 giorni di sciopero qualora i vertici Rai non avvieranno le trattative sindacali richieste.

minzoliniR375.JPG (Foto)

LO SCIOPERO DEL TG1 - Il tg1 è pronto a scioperare contro i tagli annunciati dai vertici rai. Il cdr del tg1 intende indire 3 giorni di sciopero qualora i vertici Rai non avvieranno le trattative sindacali richieste.

 

CLICCA QUI O SUL SIMBOLO >> PER CONTINUARE A LEGGERE L’ARTICOLO SULLO SCIOPERO DEI GIORNALISTI DEL TG1

 

Leggi anche: NUTELLA FUORILEGGE/ Fulci (n°2 Ferrero International): La norma Ue impedirà di pubblicizzarla. Come le sigarette


Il tg1 è pronto allo sciopero. In seguito all’annuncio di Antonio Marano, vicedirettore generale della Rai, di riorganizzare l’offerta dei programmi Rai, per evitare sovrapposizioni in seguito all’aumento dei canali con il digitale terrestre, considerato che Rai News 24 garantirà la copertura informativa continua, i redattori del Tg1 si sono riuniti in assemblea. Molte edizioni brevi del tg1 e del tg2, infatti, saranno tagliate, eliminate del tutto o ridotte a meno di un minuto. La redazione del Tg1 ha annunciato battaglia. «Senza la necessaria trasparenza sul disegno strategico che l’azienda intende perseguire, risulta ancor più irricevibile qualunque richiesta di tagli di edizioni del telegiornale, che non gravano economicamente sui conti dell’azienda e che garantiscono la copertura del flusso informativo», si legge in una nota emessa al termine dell’assemblea e firmata dai 70 redattori. «Il Tg1 - continua la nota - chiede preliminarmente l’apertura di un serio tavolo di confronto sul progetto strategico di riorganizzazione dell’offerta informativa aziendale, tenendo in giusto conto la pluralità e l’integrazione sempre più forte tra diverse piattaforme». In particolare i redattori rinfacciano ai vertici Rai di non aver dato alcuna comunicazione in merito alle loro decisioni: «E’ grave che le variazioni apportate ai palinsesti di tutti i telegiornali non siano state neanche comunicate ai Cdr e all’Usigrai». I giornalisti si domandavano, inoltre, «perché al Tg1 viene cancellata l’edizione di mezzasera o nella migliore delle ipotesi la si riduce a poco piu’ di un minuto?». Secondo loro, i tagli non possono considerarsi compensati «dall’arrivo di altre edizioni il sabato e la domenica mattina».

 

Leggi anche: SCENARIO/ Ostellino: non bastano i tagli a salvarci dagli errori di Togliatti e Dossetti

 

CLICCA QUI O SUL SIMBOLO >> PER CONTINUARE A LEGGERE L’ARTICOLO SULLO SCIOPERO DEI GIORNALISTI DEL TG1