BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

DIRETTA/ Crocifisso nelle scuole italiane: Strasburgo, l’udienza alla corte Europea dei Diritti dell'uomo

corte_europea-diritti1R375.jpg (Foto)

Strasburgo, oggi, dinanzi alla Grande Camera della Corte europea dei diritti dell’uomo, si terrà l’udienza pubblica sul caso del crocifisso nelle scuole italiane. I 17 giudici della Grande Chambre ascolteranno le ragioni del governo italiano che ha fatto ricorso contro la sentenza del 3 novembre che una delle due Camere della Corte aveva emesso. Questa sosteneva che la presenza del crocefisso nelle scuole italiane viola la libertà dei genitori degli alunni di educare i figli secondo coscienza e costituiva un limite alla libertà religiosa degli alunni. Ad esporre per primo le proprie ragioni, sarà il governo italiano rappresentato da Nicola Lettieri, seguito dalla ricorrente, Soile Lautsi, per bocca della quale parlerà il suo legale Nicola Paoletti. Saranno ascoltate, inoltre, le ragioni di 8 dei 10 Paesi che hanno deciso di appoggiare il governo italiano, presentate dal professor Joseph Weiler (il giurista statunitense, ebreo osservante, che ha realizzato numerosi scritti in sostegno della introduzione delle radici giudeo-cristiane all’interno nella costituzione europea). I Paesi sono Armenia, Bulgaria, Cipro, Gracia, Lituania, Malta, San Marino e Russia. Un legale della Alliance Defense Fund (Adf), organizzazione di legali statunitensi cristiani sparsa in giro per il mondo, si pronuncerà in favore del documento sottoscritto da 33 eurodeputati.

 

Leggi anche: CROCIFISSO/ 1. Cesare Salvi: ecco perché l’Europa individualista non può darci lezioni di diritto

 

Leggi anche: CROCIFISSO/ 2. È la nostra Costituzione a "metterci al riparo" dalle Corti europee. Per ora