BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

OMICIDIO FALCIDIA/ Riaperto il caso della donna uccisa a Catania 17 anni fa. Grazie a un libro di Lucarelli

Pubblicazione:domenica 6 giugno 2010

Nella foto, Carlo Lucarelli. Il caso dell'omicidio Falcidia riaperto grazie a un libro dello scrittore Nella foto, Carlo Lucarelli. Il caso dell'omicidio Falcidia riaperto grazie a un libro dello scrittore

OMICIDIO ANTONELLA FALCIDIA – Antonella Falcidia, la donna di Catania trovata uccisa con 23 coltellate circa 17 anni fa a casa sua, forse massacrata dall’ex marito. Lo spunto per riaprire il caso è stato suggerito da un libro di Carlo Lucarelli sui grandi gialli italiani. Grazie a nuovi mezzi di investigazione, i magistrati hanno avuto modo di rinvenire sul divano dove fu trovata morta la donna alcune lettere. Ingrandendo l’immagini, si leggerebbe “ENZ”, cioè la donna avrebbe cercato di scrivere con il suo sangue il nome dell’assassino, Enzo Morici, ex marito della donna. In realtà sarà molto difficile provare tutto ciò, in quanto il divano non esiste più. È stato distrutto e rimane solo la foto da cui i magistrati hanno ricavato l’immagine in questione. “All’inizio ero molto scettico” ha detto il pm Toscano “poi ho valutato che ci sono alcune circostanze da chiarire. È stata una decisione sofferta”.



CLICCA SU QUESTO LINK PER CONTINUARE A LEGGERE DLE CASO DELL'OMICIDIO DI ANTONELLA FALCIDIA

CLICCA SU QUESTO LINK PER ANDARE ALLA PAGINA CON TUTTER LE NOTIZIE DI CRONACA




Enzo Morici è sempre stato il maggior indiziato del caso e dal marzo 2007 si trova sotto arresto. Sulla richiesta di riaprire il caso il gip deciderà il prossimo 4 ottobre. Se dovesse essere accolta si aprirebbe comunque un difficilissimo processo indiziario. Per i magistrati, l’assassinio avvenne dopo una lite. Secondo i pm la donna aveva scoperto sul telefonino dell’uomo il numero della sua amante. Per cancellare ogni traccia Morici dopo il delitto fece una telefonata ai parenti della moglie gridando “me l’hanno ammazzata”.







CLICCA SU QUESTO LINK PER CONTINUARE A LEGGERE DLE CASO DELL'OMICIDIO DI ANTONELLA FALCIDIA




  PAG. SUCC. >