BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Cronaca

FACEBOOK/ Bambini ritrovati, innocenti scagionati, suicidi evitati: i casi più clamorosi, ecco il "lato buono" del social network

Facebook_Monitor_PCR375.jpg(Foto)

 

– Con Facebook è riuscito a riabbracciare il papà che non vedeva da quando aveva due anni. «E’ stato un vero e proprio miracolo, non ci speravo più», ha commentato Andrew di Barlestone, nel Leicestershire. Dopo la separazione dal marito, la madre non aveva più voluto sentire parlare del figlio. Finché Andrew ha digitato il nome del padre, Graham, lo ha trovato e gli ha scritto un messaggio. La risposta è arrivata dopo un solo giorno: «Ciao, figlio mio». Andrew ha scoperto di avere quattro fratellastri, Graham addirittura un nipote.

 

– L’ultimo caso di ritrovamento è proprio di questi giorni. Una donna californiana ha ritrovato i suoi due figli, scomparsi 15 anni fa, cercando i loro nomi su Facebook. La donna non vedeva più i figli, una femmina e un maschio, dal 1995. I bambini, che all’epoca avevano rispettivamente tre e due anni, erano scomparsi insieme al padre. La coppia all’epoca era divorziata, ma i figli erano stati assegnati alla madre, che vive a San Bernardino in California. La madre ha scoperto che i ragazzi vivono in Florida insieme al padre, che è stato arrestato per rapimento.