BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

‘NDRANGHETA/ Maxi blitz: 300 persone finiscono in manette. Decimata anche “La Lombardia”

Pubblicazione:martedì 13 luglio 2010

carabinieriR375.jpg (Foto)

Dall’operazione è emerso come tutte le cosche operassero facendo riferimento a quelle della provincia di Reggio Calabria. Anche “la Lombardia”, il gruppo così chiamato attivo nella regione lombarda, composto da numerosi coordinatori locali faceva riferimento e Reggio Calabria. La struttura, spiegano i procuratori Boccassini e Pignatone, possedeva una «Camera di controllo deputata al raccordo tra le strutture lombarde e calabresi». I clan del Nord intendevano accaparrarsi alcuni appalti dell'Expo Nell’ambito degli arresti lombardi, sono finiti in manette anche il direttore Asl di Pavia, Carlo Antonio Chiriaco, l'assessore comunale di Pavia Pietro Trivi e l'ex assessore provinciale milanese Antonio Oliviero. 4 carabinieri di Rho, poi, sono indagati per concorso esterno in associazione mafiosa.



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.