BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

‘NDRANGHETA/ Maxi blitz: 300 persone finiscono in manette. Decimata anche “La Lombardia”

Una maxi operazione di polizia e carabinieri ha portato all’arresto di circa 300 persone affiliate all’ndrangheta.

carabinieriR375.jpg (Foto)

E - 300 uomini dell’ndrangheta in manette. Una maxi operazione di polizia e carabinieri ha portato all’arresto di circa 300 persone affiliate all’ndrangheta. L’arresto delle persone affiliate all’ndrangheta ha permesso di comprendere i meccanismi gerarchici delle cosche. Sono stati arrestati anche i vertici dell’ndrangheta lombarda.


Oggi, dalle prime luci del’alba, è stato sferrato un poderoso attacco, il più importante degli ultimi anni, all’ndrangheta. Carabinieri e polizia – per un totale di circa 3mila uomini - hanno messo in manette più di 300 persone, accusate di reati di varia natura tra cui associazione di tipo mafioso, traffico di armi e stupefacenti, omicidio, usura ed estorsione. L’operazione, coordinata dalla Procure distrettuali di Reggio Calabria e Milano, ha decimato i vertici delle cosche di Reggio Calabria, Vibo Valentia e Crotone, e le loro emanazioni nelle altre Regioni e all’estero. In particolare, è stato arrestato Pino Neri, il capo dell'ndrangheta in Lombardia

Leggi anche: IL FATTO QUOTIDIANO/ Intervista a Luigi De Magistris: “C’è un antistato che è diventato Stato”

Leggi anche: BOLLETTINO TRAFFICO/ La situazione del traffico di oggi, martedì 13 luglio 2010