BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Cronaca

BAMBINA RAPITA/ I genitori si riprendono la figlia data in affidamento alle suore. Le reazioni. I i figli appartengono allo Stato?

bambinatriste_R375.jpg(Foto)

E’ intervenuto il sottosegretario alla presidenza del consiglio con delega alle politiche per la famiglia Carlo Giovanardi: “"I genitori restituiscano immediatamente la bambina e io garantisco che domani incontrerò il perito Valgimigli e le parti in causa. Nell'ambito delle competenze mie e del governo farò tutto il possibile per arrivare alla comprensione di questo caso". Ha aggiunto: “Una volta restituita la piccola farò di tutto perché il caso venga approfondito e sviscerato, sentendo le ragioni di tutte le parti. Ci sarà un approfondimento serio. Fermo restando, ovviamente, le competenze della magistratura".

Il consulente tecnico di parte della famiglia, Camillo Valgimigli, psichiatra e psicoterapeuta, sostiene che “da due anni il Tribunale di Bologna tratta i genitori della bambina senza rispetto e senza ascolto". Il presidente nazionale associazione avvocati matrimonialisti italiani, Gian Ettore Gassani, spiega come è la legislatura italiana al proposito: “Non c'è nessuna norma o legge che sancisca la proprietà esclusiva dei figli da parte dei loro genitori biologici. I minori sono, innanzitutto e soprattutto, sotto la tutela dello Stato e dell'intera comunità. La potestà genitoriale è un solenne dovere/potere dei genitori in favore dei loro figli: può essere revocata in qualsiasi momento dal giudice, ogni qualvolta si realizzano fatti negativi per la crescita psico fisica dei bambini. La potestà genitoriale altro non è che una sorta di assunzione di responsabilità che lo Stato concede in prestito ai genitori".