BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

SALDI ESTIVI 2010/ I diritti dei consumatori, gli obblighi dei negozianti e i consigli per evitare le truffe

Pubblicazione:venerdì 2 luglio 2010

SALDI_R375.jpg (Foto)



VADEMECUM DELL’ACQUISTO SICURO - 1. Diffidare degli sconti superiori al 60%, alcuni consigliano di diffidare anche degli sconti superiori al 50%, ad esempio il Codacons. A meno che non si conosca bene il negozio in cui ci si reca a fare gli acquisti, infatti, e dunque si ricordino i prezzi praticati fino al giorno precedente il saldo, può succedere che un capo spacciato per “saldo” invece costi pochissimo meno o addirittura la stessa cifra che aveva prima dei saldi stessi. L’ideale è servirsi di negozi di fiducia o di cui ci si ricorda i prezzi precedenti i saldi.

2. Effettuare qualche giro di negozi prima dell’inizio dei saldi sarebbe l’ideale. Confrontare quanti più negozi possibile una volta che i saldi sono cominciati. Lo stesso capo si potrà trovare in un altro negozio a un prezzo decisamente inferiore.

3. Conservare sempre lo scontrino: come detto prima, il negoziante è obbligato a cambiare la merce.

4. I prezzi pubblicizzati devono essere praticati nei confronti di tutti gli acquirenti senza distinzione alcuna, senza limitazione di quantità e senza abbinamenti di vendite, fino a esaurimento delle scorte. Dell’esaurimento delle scorte gli acquirenti devono essere informati con avviso posto all’esterno del negozio.

5. Attenzione ai capi di abbigliamento che non riportano le informazioni sulla composizione del tessuto e le indicazioni relative alla corretta cura del capo. Questi capi (spesso i più scontati) vengono prodotti appositamente per le svendite di fine stagione, cosa che è vietata dalla legge. Un capo di abbigliamento “super scontato” deve ugualmente essere privo di difetti. Se un capo ha delle parti scolorite o un po’ sporche, il negoziante deve sempre farlo presente all’acquirente.




CLICCA SUL PULSANTE QUI SOTTO PER CONTINUARE A LEGGERE L'ARTICOLO SUI SALDI: I DIRITTI DEL CONSUMATORE, GLI OBBLIGHI DEI NEGOZIANTI, LE POSSIBILI TRUFFE
 


< PAG. PREC.   PAG. SUCC. >