BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

BAMBINA RAPITA/ Il tribunale ordina ai genitori di riportare indietro Anna Giulia

Il caso di Anna Giulia, la bambina di 5 anni rapita dai genitori privati della patria potestà

bambinatriste_R375.jpg (Foto)

“Riportate indietro Anna Giulia” dice il tribunale per i minorenni di Bologna in una dichiarazione rilasciata all’agenzia Adnkronos. “E’ un gesto gravissimo” dice ancora “ma se tornano non li colpevolizzeremo”. Parole dure invece per l’avvocato Camparini, legale della coppia che ha rapito la bambina di 5 anni dall’istituto di suore dove si trovava in seguito al ritiro della patria potestà del padre e della madre per problemi di tossicodipendenza. “L’avvocato rimetta il suo mandato se i genitori non riportano la bambina”.
 

E’ intervenuto anche il sottosegretario alle politiche familiari Giovanardi promettendo di fare il possibile per la coppia se riporteranno indietro la bambina. Proseguono intanto le ricerche in tutta Italia. La bimba, quando è stata portata via dai genitori, si trovava in una casa vacanze gestita da suore a Marina di Massa, in Versilia, sulla riviera toscana. Già in passato, a marzo, la coppia aveva portato via per alcuni giorni la figlia.