BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Cronaca

OMICIDIO IN FAMIGLIA/ Uccide il patrigno e ferisce il fratello. Lite per motivi economici

Uccide il patrigno e ferisce gravemente il fratello a colpi di coltello. Una lite scoppiata per motivi economici

POLIZIA_R375(1).jpg (Foto)

Valperga, provincia di Torino. Ha ucciso il patrigno e ferito gravemente il fratello. Paolo Mezzo, 37 anni, ieri sera ha accoltellato il patrigno uccidendolo poi si è scagliato sul fratello ferendolo in modo grave. I tre si trovavano a cena insieme nella loro abitazione quando è scoppiata una lite accesa per motivi economici: la discussione era sfociata per via del fallimento dell’attività lavorativa dell’assassino.

Il patrigno, Stefano Alberione, aveva 70 anni. Il fratello Davide ne ha 43. Paolo, l’assassino, stava tagliando il pane quando per le parole dei due ha perso la testa e ha aggredito i parenti con lo stesso coltello con cui stava tagliando il pane. Il patrigno, colpito al polmone, è deceduto una volta arrivato in ospedale, mentre il fratello è in gravi condizioni ma non corre pericolo di vita. L’assassino è rimasto sul luogo e all’arrivo dei carabinieri si è lasciato arrestare senza opporre resistenza.