BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Cronaca

IMMIGRAZIONE/ La Corte costituzionale boccia il ricorso del governo contro la legge della Toscana

Foto: ImagoeconomicaFoto: Imagoeconomica

 

La sentenza della Corte costituzionale che boccia il ricorso presentato dal governo contro la legge toscana sull’immigrazione è arrivata a un anno di distanza da quando Berlusconi aveva annunciato in tv da Vespa la volontà dell’esecutivo di fare ricorso. Che la Consulta ha dichiarato inammissibile e non fondato.

La legge regionale della Toscana sull’immigrazione prevede, oltre agli uguali diritti per immigrati regolari e cittadini italiani, l'assistenza sociale e sanitaria urgente e indifferibile per i clandestini. Anche se privi del permesso di soggiorno, in altre parole, gli stranieri assistenza trovano nelle strutture e nei servizi messi a disposizione dalla Regione, come - in caso di particolare gravità - l'accesso temporaneo a dormitori e mense. Senza maggiori costi per i contribuenti, dicono in Regione. Ora il Pdl toscano intende intraprendere la strada di una legge di iniziativa popolare per opporsi al testo della Corte costituzionale.

 

 

 

© Riproduzione Riservata.