BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

SCAMBIO DI IDENTITA’/ Dopo un incidente, viene dichiarata morta la persona sbagliata. In realtà è in coma e la morta è un'altra

Pubblicazione:

Nella foto Abby Guerra, la ragazza data per morta, ma in realtà ancora viva  Nella foto Abby Guerra, la ragazza data per morta, ma in realtà ancora viva



ALTRI CASI ANALOGHI - Nell’aprile 2006 avviene sempre negli Stati Uniti un caso analogo, se possibile dalle conseguenze ancora più tragiche. Il caso è così clamoroso che se ne parlerà non solo negli Stati Uniti ma anche a livello internazionale, tanto da spingere le autorità degli stati del Michigan e dell’Indiana a formulare una legislazione apposita e molto severa sull’identificazione delle vittime in caso di incidenti. Whitney Cerak è una delle vittime di un incidente che uccide cinque persone sulla statale 69 nella contea di Grant nell’Indiana.

Cerak viene scambiata per Laura Van Ryn, una sua compagna di università che viaggiava con lei. Per via di una vaga rassomiglianza fra le due ragazze e per le ingiurie riportate sui volti, le loro identità vengono scambiate. Laura Van Ryn viene sepolta dalla famiglia Cerak in una tomba che riporta appunto il nome di Whitney, mentre la famiglia Van Ryn si prende cura di Whitney che sta cercando di uscire da un coma. Passeranno cinque settimane prima che lo scambio di identità venga chiarito. Whitney Cerak ha completamente recuperato, sia fisicamente che mentalmente: si è laureata in psicologia nel maggio del 2009.

Le due famiglie, nonostante la terribile esperienza, hanno mantenuto ottimi rapporti e hanno anche scritto insieme un libro che documenta la loro esperienza, “Mistaken Identity: Two Families, One Survivor, Unwavering Hope”.

 

Leggi anche: SCIENZA E MISTERI/ Tipler e Drake: tra alieni e immortalità, quando il fisico è un detective di domande insondabili

 

 

Leggi anche: LEGGENDE METROPOLITANE/ Dieci bufale «immortali» che hanno fanno il giro del mondo

 

Leggi anche: MISTERI DEL RINASCIMENTO/ I casi di Michelangelo e Tintoretto. I pareri dello studioso americano Tamargo, di Vittorio Sgarbi e dell’inglese Taylor

 

 




© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.