BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

VIAGGI NEL TEMPO/ Zichichi: ho dimostrato che per le particelle è possibile, ma non per noi. E su Dio vi dico che...

Ha trovato eco sulla stampa internazionale lo studio dell'equipe del prof. Lloyd che avrebbe reso più vicina la realizzazione della "macchina del tempo". ANTONINO ZICHICHI, fisico di fama mondiale fa luce sulla vicenda

Il prof. Antonino Zichichi (Foto: Ansa) Il prof. Antonino Zichichi (Foto: Ansa)

Far viaggiare gli elettroni attraverso il tempo? Il fisico Antonino Zichichi rivela a IlSussidiario.net che le scoperte della scienza sono molto più avanti di quanto si immagini. Il fisico italiano già da diversi anni ha condotto degli esperimenti sulle particelle elementari, facendole ritornare indietro nel tempo. Una scoperta che va ben oltre la presunta «macchina del tempo» che sarebbe stata scoperta da Seth Lloyd, del Mit di Boston, alla guida di un gruppo internazionale di ricercatori che include pure due italiani (Lorenzo Maccone e Vittorio Giovannetti).

Il professor Lloyd, sulla base dei presupposti della fisica quantistica e del teletrasporto, è giunto a teorizzare che le particelle potrebbero essere trasportate non soltanto da un luogo all’altro, ma anche indietro nel tempo. E questo preluderebbe a una «macchina del tempo» in grado di trasferire le persone dal futuro al passato. Una definizione che Zichichi però non condivide.

Come spiega lo scienziato italiano, il corpo umano è composto interamente da particelle che sono state fatte viaggiare avanti e indietro nel tempo nel corso di diversi esperimenti scientifici, alcuni dei quali condotti dallo stesso Zichichi. Ma non è possibile fare altrettanto con le persone, e il segreto potrebbe risiedere nei cosiddetti «mesoni K», l’unica particella sulla quale l’esperimento non ha funzionato.

Professor Zichichi, è davvero possibile trasferire le particelle elementari dal futuro al passato?

Per i fenomeni fondamentali e le particelle elementari andare avanti o indietro nel tempo è esattamente la stessa cosa – esordisce Zichichi -. Il primo a sostenerlo è stato il fisico ungherese Eugene Wigner, che ha elaborato il cosiddetto Teorema del tempo. La cui formulazione ha dimostrato di essere scientificamente valida, e che del resto è intuitiva anche per i non addetti ai lavori. Le persone infatti distinguono il passato dal futuro perché sono dotate di memoria e di strumenti di misurazione del tempo, come gli orologi. Ma un elettrone non ha né memoria né orologio».


COMMENTI
17/08/2010 - com'è grande Dio (massimo altobelli)

Sono appassionatissimo di questi temi e ringrazio il prof. Zichichi che seguo da sempre con grande stima. Di sicuro c'è ancora tanto da scoprire sull'universo in generale e sull'uomo in particolare. Sono convinto, come Zichichi, che man mano che la ricerca avanza si scopre sempre di più che c'è una logica alla base di tutto l'esistente. Qualcuno, ora non ricordo chi, parla addirittura di una "musica" che sottende a tutto il processo creativo o evolutivo che dir si voglia...A me piace pensare che Dio ci ama a tal punto che ha fatto in modo da ideare un grande spartito con una musica in crescendo che raggiunge il culmine con la creazione dell'uomo, il capolavoro di Dio. Che ve ne pare?

 
30/07/2010 - Zichichi ha ragione. (claudia mazzola)

Ho letto con fatica ma mi è piaciuto tanto. Oggo io sono a Brescia e da qui vi ringrazio, perchè con questa intervista sono riuscita a mettere un pò d'ordine nel mio cervello, logico!