BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

PREMIO DINO VILLANI 2010/ Nemo Cuoghi: e così nacque la colomba pasquale

Intervento di Nemo Cuoghi, Delegato Onorario di Padova dell’Accademia Italiana della Cucina, nella Conviviale del 26 giugno 2010 dedicata al Solstizio d’Estate e alla Noce del Santo - Basilica del Santo - Sala dello Studio Teologico

PremioVillani_R375(1).jpg (Foto)

L’odierno avvenimento della consegna del Premio “Dino Villani” a un prodotto particolarmente significativo della realtà gastronomica padovana costituisce per l’Accademia Italiana della Cucina uno dei momenti più importanti della sua attività associativa e culturale.

Ideato nel 1989, pochi mesi dopo la scomparsa di colui che è considerato il padre della moderna scuola pubblicitaria italiana, il Premio giunge quest’anno alla sua 22.ma edizione e vede i prodotti tipici locali gratificati per la quarta volta, dopo il Sangue Morlacco della Luxardo, il Prosciutto Dolce dei Fontana di Montagnana e la Pazientina, antico emblema della pasticceria padovana. Mette conto di rilevare come il Premio sia stato istituito per assegnare significativi riconoscimenti accademici a prodotti di nicchia, di prevalente realizzazione artigianale, frutto di ricuperi di tradizione, di ricerca storica, di impegni culturali.

E la Noce del Santo, che oggi riceve il Premio, risponde appieno ai requisiti richiesti dal regolamento, ma si carica anche di una valenza sociale che non è sfuggita al Consiglio di Presidenza della nostra Accademia. Mi si consenta un’ultima notazione e un breve cenno alla figura di Dino Villani che fu anzitutto uno dei fondatori dell’Accademia Italiana della Cucina, insieme a Orio Vergani, Dino Buzzati, Arnoldo Mondatori, Arturo Orvieto, Ernesto Donà delle Rose, Giò Ponti e tanti altri esponenti della cultura italiana e del giornalismo. E tra essi anche un padovano: Massimo Alberini, nato nel 1909 in via dei Savonarola, figlio del segretario particolare del senatore Stefano Breda, della cui Fondazione le cronache si sono purtroppo dovute occupare in questi ultimi mesi.



CLICCA IL PULSANTE QUI SOTTO PER CONTINUARE LA LETTURA DELL'ARTICOLO