BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Cronaca

BRESCIA/ Guanti sul bus degli immigrati. Polemiche per presunto razzismo

Il comune di Brescia distribuisce guanti sugli autobus per difendere i viaggiatori da malattie contagiose. Polemiche

immigrati_R375.jpg(Foto)

Guanti sul bus per proteggersi dalle malattie contagiose. A Brescia sulla linea 3 usata in gran parte da immigrati distribuiti i guanti “Ufo” ai passeggeri. L’iniziativa è a cura dell’amministrazione comunale e dell’azienda dei trasporti locali. Il sindaco di Brescia ha rilasciato un comunicato: “La linea 3 è molto frequentata da cittadini stranieri e questa è un'iniziativa unica in tutta Europa. Non vorremmo che l'operazione "guanto da viaggio" sia male interpretata e venga annoverata tra le iniziative di intolleranza, che ultimamente scaraventano la provincia di Brescia su tutte le prime pagine dei quotidiani nazionali".

Ed è quello che ha fatto notare la CGIL; sottolineando come la linea 3 sia usata in maggioranza da immigrati. Sugli autobus della linea 3, la "Badia-Rezzato" che attraversa la città da est a ovest, sono già pronti i distributori di "Ufo", un guanto monouso in plastica biodegradabile che serve a "proteggere le mani dagli agenti patogeni a bordo". Per la CGIL questa potrebbe essere una iniziativa a contenuto razzista: “"e c'è un problema di igiene vorremmo esserne informati, visto che sugli autobus, oltre agli utenti, operano ogni giorno centinaia di lavoratori e lavoratrici. E, se il pericolo per la salute esiste davvero, perché non si allarga da subito l'iniziativa anche alle altre linee, o non la si estende ai treni?". La CGIL continua così nel suo comunicato: “Invece che per i guanti da viaggio, il Comune potrebbe utilizzare questi soldi per il trasporto pubblico massacrato dall'ultima finanziaria, o magari per una bella campagna pubblicitaria dal titolo: 'Ora basta, uccidiamo i germi dell'intolleranza'".