BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Cronaca

EX DOGANA MILANO/ Lo scalo Farini trasformato in un dormitorio per disperati

L’ex Dogana di Milano è come una polveriera. Tra lo scalo Farini e i moderni palazzi-uffici, nelle ex officine di Trenitalia tra degrado e sporcizia vivono centinaia di persone. Come scrive Paola D’Amico sul Corriere, ai margini dell’ex Dogana di Milano abitano da mesi uomini e donne, egiziani, tunisini, marocchini. Anche italiani

scalo-farini-milano-r375.jpg(Foto)

L’ex Dogana di Milano è come una polveriera. Tra lo scalo Farini e i moderni palazzi-uffici, nelle ex officine di Trenitalia tra degrado e sporcizia vivono centinaia di persone. Come scrive Paola D’Amico sul Corriere, ai margini dell’ex Dogana di Milano abitano da mesi uomini e donne, egiziani, tunisini, marocchini. Anche italiani. Dormono nei prefabbricati che ospitavano gli uffici. Hanno l'acqua, non la luce. Fino all'estate, la loro presenza era passata quasi inosservata. Ma il coprifuoco che ha interessato a macchia di leopardo la metropoli, da via Padova a via Imbonati, sembra aver trasformato l’ex Dogana di Milano in un ricovero d'emergenza. E anche la gigantesca officina è diventata stretta.