BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Cronaca

ROMA CAPITALE/ Alemanno: Altro che “Roma Ladrona”. Riceviamo meno di un 20esimo di quanto di quanto diamo in tasse

Il sindaco capitolino Gianni Alemanno, spiega perché Roma sia tutt’altro che “ladrona”, riconoscendo, tuttavia, a Milano la leadership economica e finanziaria

alemanno1R375_2feb09.jpg(Foto)

Il sindaco capitolino Gianni Alemanno, spiega perché Roma sia tutt’altro che “ladrona”, riconoscendo, tuttavia, a Milano la leadership economica e finanziaria.

Altro che Roma Ladrona! Il sindaco della Capitale non ci sta, e smonta il noto slogan leghista ormai ivalso in gran parte del sentire comune: «Per rendersi conto che non esiste una “Roma ladrona”», dice, «basta confrontare i dati del gettito fiscale verso lo Stato prodotto dalla nostra città, con i trasferimenti statali». Snocciolando i dati, fa presente che tra Irpef, Ires e Iva, la nostra città offre un gettito fiscale di 35 miliardi di euro a fronte di trasferimenti statali di poco superiori ad un miliardo e 600 milioni di euro: c'è un rapporto di 1 a 22 tra trasferimenti e gettito fiscale di Roma». Nessuna paura di perdere alcun privilegio, quindi, con l’approvazione del federalismo. «Roma – spiega Alemanno - è largamente e generosamente creditrice rispetto al resto della comunità nazionale». Il grave deficit di bilancio, poi, avrebbe origine in «un problema di sostenibilità finanziaria», legato all’immenso patrimonio artistico da gestire. Il quale «ha contribuito a generare un deficit strutturale e un grave debito».

MILANO CAPITALE FINANZIARIA – CLICCA >> QUI SOTTO PER LE DICHIARAZIONI DI ALEMANNO