BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

SCUOLA DI ADRO/ L’ucoii: gravi discriminazioni contro i bambini islamici

Pubblicazione:venerdì 24 settembre 2010

lega_raduno_vichingoR375.jpg (Foto)

Secondo l’imam l’intervento del capo dello Stato si rende necessario perché i «musulmani d'Italia sappiano che dal puntuale assolvimento dei loro doveri civici deriva la tutela dei loro elementari diritti di persone e di credenti». Secondo il religioso, poi, «lo sforzo coeso e coerente dei musulmani in Italia, cittadini italiani e residenti stranieri, di dare pieno credito ai principi fondanti della Repubblica viene spesso frustrato per ragioni di mera propaganda politica senza». Per Elzir, inoltre, «Una certa ostilità politica si esacerba per l'azione irresponsabile di taluni amministratori locali e giunge fino ad impedire il godimento di elementari diritti come la possibilità di assolvere pacificamente ai riti prescritti e il rispetto delle norme in materia alimentare». Da qui, l’attacco al Nord Italia sulla questione moschee, la costruzione delle quali, di norma, non viene concessa per evidenti motivi di sicurezza: «non c'è quasi comunità del Nord Italia che cerchi di dotarsi di un luogo di culto dignitoso che non si trovi a scontrarsi con la protervia di veti preconcetti ed ingiusti da parte di locali giunte comunali»


Leggi anche: INCIDENTE MORTALE/ Bari, muoiono due poliziotti e una donna in uno scontro frontale

 

Leggi anche: SARAH SCAZZI/ La ragazza scomparsa, consegnato un pacco misterioso alla madre



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.