BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Cronaca

TERREMOTO ABRUZZO/ Scossa di magnitudo 3.4 nella notte. Centinaia di persone per strada all’Aquila

Nuove scosse di terremoto in provincia dell'Aquila. Continuia lo sciame sismico in corso da giorni in Abruzzo

SismografoR375.jpg(Foto)

Scossa di magnitudo 3.4 registrata questa notte alle ore 4.24 in provincia dell’Aquila. L’epicentro è stato registrato tra i comuni di Montereale, Capitignano e Cagnano Amiterno. Alle ore 6.00 un’altra scossa. E’ ormai da diversi gironi che la provincia dell’Aquila, nella zona dei Monti reatini, è colpita da scosse continue, un vero sciame sismico che sta riportando la paura negli abitanti.

Questa notte diverse centinaia di persone sono scese in strada per la paura del crollo degli edifici, crollo che fortunatamente non si è verificato in nessun caso. Il sindaco dell’Aquila Massimo Cialente ha prorogato, con propria ordinanza, la chiusura del centro storico della città e delle frazioni del territorio comunale fino alle ore 6 del giorno 7 settembre. L’interdizione è in vigore da martedì 31 agosto e prevede la conseguente chiusura delle attività commerciali e produttive comprese nella zona.

L’accesso resta vietato anche alle maestranze delle ditte impegnate nelle opere di messa in sicurezza ancora in atto, con esclusione di quelle che abbiano ottemperato alle disposizioni in materia di sicurezza del personale richieste dal Comune dell’Aquila. Restano chiuse le Chiese di Santa Maria del Suffragio e di Santa Maria di Collemaggio.