BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

SARAH SCAZZI/ La 15enne contava i giorni sul calendario, la spiegazione forse nei diari

Pubblicazione:

Sarah Scazzi  Sarah Scazzi

IL CALENDARIO CANCELLATO - Ma il particolare più strano, e per questo degno di attenzione per gli investigatori, è un calendario trovato in camera di Sarah con tutti i giorni del mese di agosto cancellati con un pennarello nero. Lo rivela l’edizione di Bari di Repubblica. La ragazzina non l'aveva mai fatto. Sembra un conto alla rovescia fino al 26 agosto. Data in cui Sarah, 15 anni, pantaloncini e magliettina rosa, Avril Lavigne nelle cuffie e uno zaino sulle spalle, è stata inghiottita nel nulla. Rapita come dicono i fascicoli della procura, forse uccisa come temono sottovoce gli amici e anche i parenti. Gli investigatori invece ancora ci credono: forse è ancora viva. Per questo oggi si domandano: perché Sarah contava i giorni? Cosa o chi aspettava? Dove voleva andare? Chi l'ha presa?
 

 

IL NUOVO TESTIMONE - I carabinieri hanno inoltre rintracciato il testimone che per ultimo ha visto Sarah Scazzi. Il ragazzo di Erchie (Brindisi) è stato trovato e ascoltato dalle autorità: lui è il testimone che per ultimo ha incrociato la 15enne prima che sparisse nel nulla lo scorso 26 agosto poco dopo le 14.30. Come sottolinea il quotidiano Libero, stava percorrendo in auto da solo via Kennedy ad Avetrana, in direzione della litoranea. Il ragazzo, a quanto si è saputo, ha riferito ai carabinieri di aver visto Sarah che camminava a piedi sul marciapiede alla sua destra. E quello è lo stesso marciapiede che porta alla casa della cugina con la quale, è stato accertato, aveva un appuntamento per recarsi al mare. Il testimone ha continuato a spiegare che ha proseguito per la sua strada senza notare nulla di strano.

 

CLICCA QUI O SUL PULSANTE >> QUI SOTTO PER CONTINUARE A LEGGERE L’ARTICOLO SU SARAH SCAZZI


< PAG. PREC.   PAG. SUCC. >