BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Cronaca

SARAH SCAZZI/ La 15enne aveva studiato la fuga nei dettagli. E dal profilo psicologico emerge una doppia personalità

Sarah ScazziSarah Scazzi

L´importante non è tanto il perché (i dissidi adolescenziali con i genitori, la noia, il problema più serio della conversione religiosa ai Testimoni di Geova come voleva la mamma). Quanto il come lo avesse studiato: la fuga – sottolinea il quotidiano la Repubblica - era pensata nei dettagli. Al cuoco aveva confidato la sua volontà di tagliarsi i capelli e di cambiarne il colore. E sempre a lui - e sembrerebbe anche alla cugina più piccola - avrebbe addirittura detto di aver pensato alla fotografia da far mettere sui volantini.


«SCAPPERO’ DA QUI» - Del resto Sarah lo aveva detto chiaro e tondo: «Scapperò da questo posto». Un’idea fissa che, ipotizzano gli inquirenti, potrebbe averla portata dritta fra le braccia di «quelli che l'hanno presa», per dirla con le parole della madre Concetta Serrano Spagnolo. Come rivela il Corriere della Sera, Sarah aveva confidato a una cugina della sua età: «Chissà quale foto sceglieranno per le ricerche...». Come se il suo progetto fosse ormai messo a punto. Lo racconta la stessa ragazzina in un verbale e tracce della «pianificazione» di una fuga sarebbero anche fra gli 80 messaggi di Facebook sui quali si stanno concentrando i carabinieri del Ros.