BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

CAPODANNO 2011/ Morti e feriti per i botti: Carmine Cannillo nel napoletano ucciso da un proiettile vagante

Anche in questo Capodanno 2011 i festeggiamenti per l'anno nuovo tra botti e fuochi d'artificio hanno avuto drammatiche conseguenze. Oltre un centinaio di feriti e un morto a Napoli

ambulanzaR400.jpg (Foto)

Anche la notte di Capodanno 2011 si è rivelata drammatica per le conseguenze dell'uso di botti e armi da fuoco. Un uomo è morto a Crispano, in provincia di Napoli: Carmine Cannillo, 39 anni, è stato ucciso da un proiettile vagante. Oltre un centinaio i feriti in tutta Italia, da Milano a Trieste a Roma, circa 70 solo tra Napoli e dintorni.

Ma anche in altre parti d’Italia i festeggiamenti per l’anno nuovo hanno avuto tragiche conseguenze. Due incendi hanno provocato vittime questa notte, anche se non è ancora certo se siano stati provocati dai botti di Capodanno. A Roma, un palazzo ha preso fuoco in zona Tor Tre Teste e un uomo è morto fuggendo alle fiamme. A Trieste, due anziani sono rimasti soffocati dal fumo sprigionato da un incendio nel garage del palazzo.