BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

PAPA/ Udienza generale del mercoledì: Santa Caterina da Genova e il Purgatorio

Pubblicazione:

benedettopapa_R400.jpg

PAPA SANTA CATERINA DA GENOVA - All'udienza generale del mercoledì in Vaticano, Benedetto XVI ha incentrato il suo messaggio sulla figura di Santa Caterina da Genova. La donna, nata a Genova nel 1447, visse in una "unione mistica con Dio", arrivando ad avere visioni in particolare sul purgatorio.

Andata sposa solo sedicenne a un ricco commerciante della sua città, dopo alcuni anni vissuti nella vita mondana e nel dissipazione, si convertì improvvisamente durante una confessione, in cui avvertì il peso del suo peccato. Da allora la sua vita fu dedicata al pentimento e alla purificazione della sua anima, attraverso una vita ascetica e contemplativa ma anche all'impegno caritatevole verso i malati. Riuscì anche a far desistere il marito dalla sua vita dedita al gioco d'azzardo.

Così ha ricordato la sua figura Benedetto XVI: "Caterina rimase sempre restia a confidare e manifestare la sua esperienza di comunione mistica con Dio, soprattutto per la profonda umiltà che provava di fronte alle grazie del Signore. Solo la prospettiva di dar gloria a Lui e di poter giovare al cammino spirituale di altri la spinse a narrare ciò che avveniva in lei, a partire dal momento della sua conversione, che è la sua esperienza originaria e fondamentale. Il luogo della sua ascesa alle vette mistiche fu l’ospedale di Pammatone, il più grande complesso ospedaliero genovese, del quale ella fu direttrice e animatrice”.


CLICCA SUL PULSANTE QUI SOTTO PER LEGGERE DELL'UDIENZA GENERALE DI OGGI DI BENEDETTO XVI


  PAG. SUCC. >