BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

CASO RUBY/ I legali di Berlusconi: le indagini per prostituzione? Grave intromissione nella vita del premier

berlusconipensa_R400.jpg (Foto)

 
E’ duro, invece, il commento dell’opposizione. Il leader dell’Idv Antonio Di Pietro così attacca: «Se permettete, non è colpa della Procura di Milano se deve accertare i fatti rispetto ad un fatto grave: il presidente del Consiglio nel ruolo e nella funzione che svolge telefona al Questore di Milano per dire che una minorenne è la nipote di Mubarak quando non è vero; e tutto ciò per coprire comportamenti non legittimi da lui commessi in precedenza».

 


Gli fa eco il leader del Partito democratico, Pierluigi Bersani, che commenta: «Per favore, ci vengano risparmiati ulteriori mesi di avvitamento dell'Italia sui problemi di Berlusconi. Abbiamo un premier in fuga dal Paese e da se stesso: in fuga dal Paese perché il governo cosa sta facendo? E da se stesso perché costretto ad aggirare cose vere o presunte. Non possiamo permettercelo».

© Riproduzione Riservata.