BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

CASO RUBY/ La marocchina "seguita" col cellulare, ora si cercano le carte del «ragioniere di Arcore»

Pubblicazione:sabato 15 gennaio 2011

(foto Imagoeconomica) (foto Imagoeconomica)

RUBY "PEDINATA" COL CELLULARE, GIORNO E NOTTE AD ARCORE - Non solo una cena, ma lunghe e ripetute permanenze di Karima El Mahourug nelle ville del Presidente del Consiglio. Sarebbero le informazioni sulle celle agganciate dal cellulare di Ruby la principale prova acquisita dai magistrati di Milano contro Silvio Berlusconi. La tecnica è le stessa usata in molte indagini recenti, dal caso Sarah Scazzi alla scomparsa di Yara Gambirasio. La ricostruzione degli spostamenti della ragazza marocchina fornisce un calendario preciso di almeno 6 occasioni in cui Ruby fu ospite del premier. Giorno e notte.

 

In un caso Ruby rimase ad Arcore tre giorni consecutivi, dal 24 al 26 aprile scorsi: giorni in cui – ricordava già ieri il sito Dagospia – Berlusconi ospitava nella sua villa il primo ministro russo Vladimir Putin.

 

Non sarebbero quindi immagini e video registrati con i cellulari le prove centrali contro Silvio Berlusconi. La procura di Milano ne ha confermato l'esistenza, chiarendo però che non questi documenti a costituire «l'evidenza della prova», cioè l'elemento principale delle accuse a Berlusconi. Il prossimo passo per i magistrati sarà l'acquisizione delle carte del «ragioniere di Arcore», l'uomo che secondo le testimonianze si occupava del pagamento di Ruby e delle altre ragazze.

 

CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO CLICCANDO SULLA FRECCIA


  PAG. SUCC. >