BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Cronaca

COMITATO PER L’ISLAM/ La riunione al Viminale: sermoni in italiano e imam certificati

Foto AnsaFoto Ansa

 
Altra strada da percorre e valutare, quella degli accordi bilaterali che prevedano che «alcuni Paesi di origine possano indicare, a certe condizioni, quali per esempio un test d'ingresso in cui si verifichi l'effettiva padronanza della lingua e una conoscenza sufficiente della cultura italiana, gli imam in possesso di requisiti idonei allo svolgimento della propria funzione e a garanzia del rispetto del principio di libertà religiosa, della giustizia e della pace, secondo quanto previsto dalla Dichiarazione universale dei Diritti dell'Uomo del 1948».

© Riproduzione Riservata.