BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

VITTORIO SGARBI/ Io, esposto come Saviano. Senza scorta, mi dimetto.

Pubblicazione:martedì 18 gennaio 2011

Vittorio Sgarbi (Foto Ansa) Vittorio Sgarbi (Foto Ansa)

SGARBI ANNUCNIA LE DIMISSIONI - Dopo che gli è stata tolta la scorta, Sgarbi annuncia le dimissioni da sindaco di Salemi.


Vittorio Sgarbi annuncia le dimissioni dalla carica di sindaco si Salemi, alla guida del quale si trova dal 30 giugno del 2008. La prefettura di Trapani ha deciso di toglierli la scorta, che gli era stata affidata dopo che, nell’agosto del 2009, il critico d’arte aveva denunciato di aver ricevuto delle minacce. Per Sgarbi agire nelle vesti di primo cittadino senza la tutela degli uomini della Guardia di Finanza è troppo rischioso. «Non posso non rilevare – dice - l'assoluta mancanza di rispetto e di garanzia per il mio ruolo, nell’avermi così esposto all’azione di quanti possono colpirmi dopo le conclamate denunce contro gli speculatori, la mafia dell’eolico e i documentati scontri con gruppi, assai minacciosi, interessati a queste forme di speculazione».


Per Sgarbi non è accettabile che la scorta venga, spesso, assegnata - quasi di default - a chi ricopre certi incarichi, pur non avendone oggettivamente bisogno, ma non a lui: «La tutela viene facilmente assegnata a magistrati di cui spesso non si è apprezzata alcuna attività repressiva rispetto a comportamenti documentatamente criminosi e devastanti per il territorio», polemizza. «Per questo annuncio le mie dimissioni».

 

CLICCA >> QUI SOTTO PER CONTINUARE A LEGGERE L’ARTICOLO


  PAG. SUCC. >