BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

ANGELUS/ Il Papa nella Giornata Mondiale per la Pace: libertà religiosa, strada privilegiata per costruire la pace

Pubblicazione:

benedettopapa_R400.jpg

Angelus - Il Papa nella Giornata Mondiale per la Pace - Primo Angelus del 2011 per Papa Benedetto XVI. Il pontefice, in occasione della Giornata Mondiale della Pace, la cui ricorrenza veniva ricordata proprio oggi, ha posto come tema della sua riflessione la «libertà religiosa, via per la pace». Secondo Ratzinger due sono i principali oppositori alla libertà di religione nel mondo: il «laicismo», che sempre più tende a «emarginarla per confinarla nella sfera privata», e il «fondamentalismo», che al contraio «vorrebbe imporla a tutti con la forza». La libertà religiosa, secondo il Papa, «consolida la coscienza morale» e rafforza «le istituzioni e la convivenza civile. Per questo è la strada «privilegiata per costruire la pace».


Angelus

Cari fratelli e sorelle!

In questo primo Angelus del 2011, rivolgo a tutti il mio augurio di pace e di bene affidandolo all’intercessione di Maria Santissima, che oggi celebriamo quale Madre di Dio. All’inizio di un nuovo anno, il Popolo cristiano si raduna spiritualmente dinanzi alla grotta di Betlemme, dove la Vergine Maria ha dato alla luce Gesù. Chiediamo alla Madre la benedizione, e lei ci benedice mostrandoci il Figlio: infatti, Lui in persona è la Benedizione. Donandoci Gesù, Dio ci ha donato tutto: il suo amore, la sua vita, la luce della verità, il perdono dei peccati; ci ha donato la pace. Sì, Gesù Cristo è la nostra pace (cfr Ef 2,14). Egli ha portato nel mondo il seme dell’amore e della pace, più forte del seme dell’odio e della violenza; più forte perché il Nome di Gesù è superiore ad ogni altro nome, contiene tutta la signoria di Dio, come aveva annunciato il profeta Michea: “E tu, Betlemme, … da te uscirà per me colui che dev’essere il dominatore … Egli si leverà e pascerà con la forza del Signore, con la maestà del nome del Signore, suo Dio … Egli stesso sarà la pace!” (5,1-4).

CLICCA >> QUI SOTTO PER CONTINUARE A LEGGERE IL DISCORSO DEL PAPA ALL'ANGELUS


  PAG. SUCC. >