BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

FINE VITA/ Il decreto choc del tribunale: l’autodeterminazione è un diritto

Pubblicazione:

Fotolia  Fotolia

IL DECRETO DEL TRIBUNALE SUL FINE VITA - Il tribunale consentirà ad una donna di 70 anni di decidere dove e quando morire.

 

Il tribunale di Varese ha disposto che una donna, settantenne, vedova, potrà decidere dove e in che modo morire. La donna ha ottenuto, grazie a un decreto firmato dal tribunale, di nominare un suo tutore legale e di essere sottoposta a cure, laddove fossero necessarie, solamente nella propria abitazione. Nessuna ospedalizzazione, quindi, anche se si rendesse necessaria per salvarle la vita.

 

«Sono qui perché sono sola. Ho avuto un ictus tempo fa e ho paura che possa venirmi di nuovo cosicché rimarrei incapace di intendere e di volere. Ed, allora, ho voluto designare qualcuno per fare in modo che se rimango incapace di intendere e di volere questi provveda al posto mio», ha dichiarato la donna al giudice tutelare Giuseppe Buffone.


CLICCA >> QUI SOTTO PER CONTINUARE A LEGGERE L’ARTICOLO


  PAG. SUCC. >