BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Cronaca

TRAGEDIA IN MONTAGNA/ Morto in un incidente Silvio Berlusconi, omonimo del premier

Scompare in un incidente in montagna l'omonimo del premier, diventato celebre per i numerosi equivoci ed aneddoti legati al suo nome

Foto di archivioFoto di archivio

È morto Silvio Berlusconi. Non è uno scherzo di cattivo gusto e neppure una falsa notizia, ma un tragico avvenimento che sul web sta avendo una risonanza, purtroppo, che va ben al di là del triste fatto di cronaca nera, che è giusto riportare. Silvio Berlusconi, era un operaio comasco diventato celebre per essere omonimo del presidente del Consiglio, scomparso qualche ora fa in un incidente di montagna.

Mentre era diretto verso la capanna di Menaggio, ha perso l’equilibrio su un lastrone di ghiacchio, ed è scivolato in una scarpata per trenta metri. Non c’è stato nulla da fare per l’uomo, recuperato da un elicottero del 118. Cinquantasettenne, lavorava in un’azienda che si occupa di tessitura, e si proclamava fieramente di sinistra, al contrario del suo potente omonimo, la cui collocazione politica non è di certo un mistero.


Nella campagna elettorale del 2001, quando il premier lanciò il tormentone del “Belusconi operaio”, il suo omonimo proclamò fieramente, e non senza una qualche ragione, che «di Silvio Berlusconi operaio ci sono soltanto io».
Berlusconi viveva a Veniano, in provincia di Como, e nel corso degli anni ha rifiutato numerose proposte di candidatura in liste civiche interessate di poter annoverare un “Silvio Berlusconi” tra le proprie fila.



CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE LA NOTIZIA DELLA SCOMPARSA DELL’OPERAIO SILVIO BERLUSCONI