BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Cronaca

TERREMOTO 11 MAGGIO/ Volantini della Protezione Civile: "Notizia falsa"

Raffaele Bendandi, l'uomo che prevedeva i terremotiRaffaele Bendandi, l'uomo che prevedeva i terremoti

Come ha riportato anche IlSussidiario.net in un precedente articolo, un certo Raffaele Bendandi, soprannominato "l'uomo dei terremoti", aveva individuato una teoria secondo la quale i terremoti si possono prevedere. La teoria era basata sullo studio della luna e die pianeti: "Se l'attrazione lunare è capace di causare maree, spostamenti sulla Terra, figuriamoci  di cosa possa essere capace l'attrazione del Sole, coadiuvato a particolari posizioni dei pianeti".

La teoria di, Bendandi è al quanto semplice ed era basata sullo studio della luna e dei pianeti,quindi concettualmente semplice: " Se l'attrazione lunare è capace di causare maree, spostamenti sulla Terra, figuriamoci  di cosa possa essere capace l'attrazione del Sole, coadiuvato a particolari posizioni dei pianeti." Le potenti e forti attrazioni del Sole e dei pianeti sarebbero in grado di influire la composizione della crosta terrestre, le masse semiliquide. Gli studi di Bendandi non vennero mai accettati dalla scienza ufficiale anche se in molti condividevano la sua teoria.

Di fatto, Brendandi è stato in grado di prevedere in modo sconcertante molti terremoti: il problema era che non è mai riuscito a indovinare l'area esatta dove poi avveniva il sisma, collocandolo in aree troppo estese per essere di una qualunque utilità. Il primo caso di previsione fu quello del l terremoto della Marsica del 13 gennaio 1915. Il 23 novembre 1923 davanti al notaio di Faenza fece mettere a verbale una «profezia»: il 2 gennaio 1924 si verificherà un terremoto nelle Marche. Sbagliò di soli due giorni.