BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

TERREMOTO 11 MAGGIO/ Volantini della Protezione Civile: "Notizia falsa"

Pubblicazione:mercoledì 26 gennaio 2011

Raffaele Bendandi, l'uomo che prevedeva i terremoti Raffaele Bendandi, l'uomo che prevedeva i terremoti

Ma non è chiaro se si tratta si mutamenti geomagnetici o di cambiamenti nella concentrazione di alcuni gas Lo stesso terremoto devastante dell'Aquila era stato poi preceduto da una serie di scosse minori che se fossero state prese più seriamente avrebbero forse evitato molte morti. Ci sono poi i segnali che mandano certi animali, in grado di avvertire in anticipo lo scatenarsi di una scossa sismica. Ad esempio la fuga dei rospi.

Uno studio di esperti inglesi promosso dalla Open University e dalla Società Zoologica di Londra e pubblicato sul Journal of Zoology, evidenzia un ruolo cruciale dei rospi nell'avvertire i terremoti a partire da cinque giorni di anticipo sul sisma. Si stava studiando un grippo di rospi alla distanza di 74 chilometri dall'epicentro del sisma che ha distrutto l'Abruzzo, il 9 aprile 2009. Era per loro la stagione riproduttiva, nella quale gli animali non si spostano per nessuna ragione dalla zona in cui si trovano. Invece, quella volta, i rospi maschi cominciarono a fuggire, lasciando dietro di sé uova e piccoli rospi appena nati. Tre giorni prima del terremoto era rimasta nella zona solo il 4% dei rospi che normalmente vivono in Abruzzo. Il motivo? Gli anfibi possiedono molti recettori geomagnetici sul corpo.



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.