BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Cronaca

EUTANASIA/ Rapporto Eurispes: sei italiani su dieci sono favorevoli

Rapporto sull'eutanasia: sei italiani su dieci sono favorevoli

Una immagine dello spot pro eutansia diffuso in Italia dai radicaliUna immagine dello spot pro eutansia diffuso in Italia dai radicali

Il Rapporto Eurispes Italia 2011 pubblica i dati riguardo la pratica dell'eutanasia. Dall'inchiesta, risulta che il 66,2% degli italiani è favorevole. Un leggero calo, l'1,2% in meno rispetto al 2010. Il 67.9% degli uomini e il 64,6% delle donne si è dichiarata favorevole alla conclusione della virta di un'altra persona dietro sua richiesta, con l'eutanasia.

I favorevoli all'eutanasia, secondo l'indagine, sono giovani: il 75,3% ha tra i 18 i 24 anni, il 70,9% tra i 25 e i 34 anni, il 67,5% agli adulti tra i 35 ai 44 anni, il 67,7% ai 45-64enni e il 53,7% a chi ha 65 anni e oltre. Dal punto di vista politico, i favorevoli all'eutanasia sono per l'82% appartenenti alla sinistra. Tra chi non si riconosce in alcuna formazione politica, i favorevoli alla "dolce morte" sono il 69,9% dei dichiaranti.


Chi appartiene al centrodestra è favorevole al 54,5% e contrario al 37,2%. Tra chi vota a destra, il 66% è favorevole contro il 27,7% che si dichiara contrario all'eutanasia. Al centro si ritrovano favorevoli in 57,9% con il 31,6% dei contrari. Secondo il rapporto Eurispes, infine, il 45,2% degli italiani è convinto che negli ospedali pubblici l'eutanasia venga già praticata, ma di nascosto, per i casi irrisolvibili anche se contrario alla legge.

© Riproduzione Riservata.