BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

IL CASO/ New York chiama Napoli: ci sono solo monnezza e botti?

Pubblicazione:

rifiuti_napoli_militari_R400.jpg

 

La città dabbene, quella cui è concesso d’intervenire sulla stampa e in tv, aveva confermato e rafforzato il concetto: basta con la barbarie dei fuochi come se si fosse alla guerra, ci sono tanti altri modi più civili e divertenti di festeggiare, pensiamo un po’ ai problemi veri della metropoli, alla crisi, a chi perde il lavoro, ai poveri…


Niente da fare. Fedeli al principio che i buoni consigli valgano sempre e solo per gli altri, i napoletani hanno scatenato una battaglia come non si vedeva da anni. Compressione, rabbia, eccitazione hanno trovato sfogo come non avrebbero dovuto. C’è scappato pure il morto con un colpo di pistola vagante.


Il cattivo esempio contagia anche Salerno che in maniera sorprendente si ritrova con ventiquattro feriti: considerando la più bassa popolazione, valgono addirittura più in termini percentuali degli sciagurati del capoluogo. E’ una nobile gara a perdere. A chi fa più danno e si condanna a una vita infelice.


A Napoli le micce accese trovano materiale fecondo nei cumuli di spazzatura che s’incendiano a centinaia nonostante l’Esercito stesse disperatamente tentando di rimuovere tonnellate di sacchetti, come promesso dal Governo, liberando il centro cittadino e alleggerendo le periferie senza tuttavia poter chiudere la partita.


CLICCA >> QUI SOTTO PER CONTINUARE A LEGGERE L'ARTICOLO

 



< PAG. PREC.   PAG. SUCC. >


COMMENTI
06/01/2011 - Monnezza (Lindo Caprino)

Conclusione dell'articolo perfetta! Napoli è la Calcutta d'Italia.